Restrizioni di viaggio relative a COVID-19

Ultimo aggiornamento della pagina: 1 gennaio 2023.

Premessa: la pagina che segue illustra le condizioni per viaggiare negli Stati Uniti durante la crisi sanitaria COVID-19. Aggiorniamo regolarmente le informazioni presentate con le ultime misure relative alla crisi sanitaria iniziata nel 2020.

Per un soggiorno negli Stati Uniti inferiore a 90 giorni: non è necessario richiedere un visto. È sufficiente richiedere un’autorizzazione elettronica di viaggio (ESTA) rilasciata dagli Stati Uniti. Per ottenere il vostro certificato in pochi minuti, cliccate sul modulo online.


Fine del divieto di ingresso negli USA per i cittadini europei

Gli Stati Uniti hanno riaperto le frontiere l’8 novembre 2021, dopo 20 mesi di chiusura ai viaggiatori stranieri. L’amministrazione statunitense ha deciso di riaprire le frontiere, ma a determinate condizioni per i viaggiatori. Ai viaggiatori provenienti dai Paesi dell’UE vengono imposte regole comuni.

Quali sono i documenti necessari per recarsi negli Stati Uniti?

I cittadini dell’UE possono nuovamente entrare negli Stati Uniti se sono in grado di presentarsi prima dell’imbarco:

Queste condizioni si applicano ai viaggi aerei internazionali. Le stesse regole si applicano ai viaggi via terra quando si attraversano le frontiere.

Ho bisogno di un test COVID recente per imbarcarmi su un volo per gli Stati Uniti?

Dal luglio 2022 non è più necessario presentare un test COVID negativo quando ci si imbarca su un volo per gli Stati Uniti.

Fino a giugno 2022, per imbarcarsi su un aereo diretto negli Stati Uniti era necessario avere un test COVID-19 negativo nelle ultime 72 ore prima del decollo. Questa regola è stata imposta da tutte le compagnie aeree che operano voli verso gli Stati Uniti.

Un adulto può viaggiare negli Stati Uniti senza essere vaccinato?

Gli adulti stranieri che non sono stati vaccinati contro il coronavirus non possono recarsi negli Stati Uniti. È probabile che questa regola obbligatoria continuerà per molti anni a venire, quindi si raccomanda vivamente di vaccinarsi se si intende viaggiare di nuovo negli Stati Uniti.

Quale vaccino è valido per entrare negli Stati Uniti?

Per essere considerati “vaccinati” dal governo statunitense, è necessario aver ricevuto l’ultima dose di vaccino più di 15 giorni prima della partenza. Solo i seguenti vaccini COVID-19 sono riconosciuti dagli Stati Uniti:

I bambini devono essere vaccinati?

La vaccinazione dei giovani adolescenti è iniziata nel quarto trimestre del 2021 negli Stati Uniti. Tuttavia, il decreto che riapre le frontiere dall’8 novembre 2021 prevede il vaccino solo per i viaggiatori stranieri di età superiore ai 18 anni.

Quale prova di vaccinazione deve essere presentata?

Nella maggior parte dei Paesi europei, la prova della vaccinazione viene fornita attraverso un passaporto di vaccinazione. Il certificato di vaccinazione viene visualizzato in un’applicazione digitale sul telefono cellulare. L’applicazione comune per la maggior parte dei Paesi si chiama CovidSafe. Può essere scaricato su qualsiasi tipo di smartphone.

In Francia, le autorità hanno scelto di utilizzare un’altra applicazione: TousAntiCovid. Tutte le applicazioni possono essere utilizzate nell’Unione Europea e negli Stati Uniti.

Se il viaggiatore non dispone di un’applicazione mobile per dimostrare l’esistenza del passaporto delle vaccinazioni, deve presentare un certificato di vaccinazione europeo valido.

Quali informazioni contiene il certificato del viaggiatore?

Il certificato di vaccinazione, sia esso digitale o cartaceo, indica:

Che aspetto ha il passaporto europeo dei vaccini digitali?

Di seguito sono riportate tre schermate dell’applicazione CovidSafeBe (Belgio) che in questo esempio contiene :