Visto B1 USA – soggiorno per motivi di lavoro

I visti per gli Stati Uniti sono numerosi. L’amministrazione americana ha organizzato domande di accesso per i non immigrati da un gran numero di visti statunitensi. Tra i visti per non immigranti che iniziano con la lettera B, presenteremo in dettaglio tutto ciò che riguarda il visto B1.

Il visto B1 è un visto americano destinato a non immigranti. Riguarda gli stranieri che desiderano recarsi negli Stati Uniti per un viaggio d’affari.

Questo motivo, considerato “professionale” o “economico”, differenzia profondamente il visto B1 da quello che gli si avvicina con il suo nome molto simile: il visto B2. In effetti, il visto B2 riguarda soggiorni negli Stati Uniti a fini turistici o per visitare amici e parenti.

Per quanto riguarda il visto B1, le categorie di attività che consente di considerare di svolgere negli Stati Uniti possono essere elencate come segue:


Foto visto

Foto di un visto americano
Foto di un visto americano

Punto di forza del visto B1

Permette di recarsi negli Stati Uniti tutte le volte che è necessario per sviluppare i suoi rapporti commerciali. Il più delle volte il visto inizialmente ottenuto ha una durata di sei mesi, ma quando è scaduto è sufficiente chiederne un altro direttamente. Il numero di visti B1 non è limitato a persona, quindi puoi rinnovare il visto più volte di seguito per continuare i tuoi rapporti commerciali negli Stati Uniti.


Per chi è il visto B1?

La procedura per ottenere un visto B1 è destinata principalmente a due tipi di viaggiatori:

  • Ai cittadini di paesi che non hanno aderito al programma di esenzione dal visto e che pertanto richiedono assolutamente un visto B per un viaggio d’affari;
  • Ai cittadini dei paesi aderenti al programma di esenzione dal visto che desiderano soggiornare nel territorio da 3 a 6 mesi, quindi oltre i 90 giorni concessi dall’ESTA.

I cittadini dei paesi WVP non devono richiedere il visto US B1 per soggiorni inferiori a 3 mesi. Questi viaggiatori devono richiedere un ESTA . Ottenendo un ESTA, non hanno bisogno di recarsi presso l’ambasciata degli Stati Uniti e saranno in grado di ottenere molto più rapidamente l’equivalente del visto commerciale degli Stati Uniti.


Criteri di ammissibilità per Visa B1

I criteri di ammissibilità per il visto commerciale B1 non sono rigorosi come per gli altri visti, ma ovviamente tutti devono essere completati per poter beneficiare del visto. Per poter beneficiare di Visa B1, è necessario:

  • Pianifica di viaggiare negli Stati Uniti per lavoro
  • Disporre di fondi sufficienti per finanziare il soggiorno in loco;
  • Avere l’intenzione di tornare nel paese di origine alla fine del visto e non prevede di rimanere negli Stati Uniti.

Se soddisfi questi criteri e invii i documenti giustificativi ammissibili durante la procedura di domanda, sarai in grado di ottenere il visto B1 dopo la domanda.


Come richiedere un visto B1?

Il processo di richiesta del visto B1 è simile al processo di richiesta del visto per tutti i visti non immigranti negli Stati Uniti. Tuttavia, poiché i criteri per ottenere sono pochi, alla fine è meno complicato.

Per richiedere un visto B1, è necessario seguire questi passaggi:


Compila il modulo DS-160

Il modulo DS-160 è disponibile online sul sito Web del Centro consolare. Questo modulo DS-160 viene utilizzato nella maggior parte delle domande di visto negli Stati Uniti per i non immigranti. Per compilare il modulo, preparare le informazioni personali di base e i dettagli del soggiorno futuro. Nel DS-160, una sezione è per il visto B1, questa è la parte che devi completare. Dopo aver convalidato il modulo online, arriverai a una pagina di conferma che indica il numero della domanda. Questo numero deve essere registrato perché sarà utile più avanti nel processo di ottenimento del visto.


Paga le tasse di visto

Le commissioni associate alla richiesta del visto B1 sono di $ 160. È necessario pagare queste spese amministrative per convalidare la richiesta. Oltre alle tasse direttamente associate all’applicazione, potrebbe essere necessario pagare altre tasse come le tasse di visto. L’importo delle tasse di visto dipende dal rapporto che il tuo paese d’origine ha con gli Stati Uniti. Dopo aver pagato tutte le commissioni, conservare le ricevute delle spese sostenute e allegarle ai documenti.


Programma il tuo colloquio con il visto

Tutti i richiedenti un visto di età compresa tra 14 e 79 anni devono partecipare a un colloquio per ottenere un visto per visitatori. Le interviste si svolgono presso l’ambasciata degli Stati Uniti dove si richiede e sono gestiti da un funzionario dell’ambasciata. Le ambasciate statunitensi di solito hanno un carico di lavoro pesante, quindi dovresti chiedere un’intervista il prima possibile. La gestione anticipata consente di evitare troppo tempo di attesa e di completare il processo di candidatura più rapidamente. Puoi contattare la tua ambasciata per telefono per programmare il colloquio e ricevere la conferma dell’appuntamento. Dovrai portare con te la tua lettera di conferma il giorno del colloquio.


Prepara la tua domanda di visto B1

Il set di documenti da preparare per il tuo file include innanzitutto i documenti giustificativi della tua domanda di visto americana. Questi documenti ti permetteranno di dimostrare all’Ambasciata degli Stati Uniti che sei idoneo a ottenere il visto B1.

Oltre ai documenti standard richiesti, la domanda di visto B1 deve contenere i seguenti documenti aggiuntivi:

  • La pagina di conferma dell’invio del modulo DS-160 e il codice di conferma ottenuto;
  • La pagina di conferma dell’intervista prevista presso l’Ambasciata;
  • Una foto di identità conforme ai requisiti per i visti degli Stati Uniti;
  • Un memorandum che descrive i motivi del vostro soggiorno;
  • Estratti bancari o qualsiasi prova che ti puoi permettere di rimanere negli Stati Uniti;
  • Prova dei tuoi legami con il tuo paese di origine e del tuo desiderio di tornare alla fine del tuo soggiorno, come: la tua famiglia, il tuo contratto di lavoro, il tuo contratto di locazione;
  • Il tuo casellario giudiziale o una lettera dell’amministrazione in cui dichiari di non avere precedenti condanne.
  • Se hai mai visitato gli Stati Uniti, fornisci la documentazione dei tuoi precedenti soggiorni;
  • Se sei un dipendente, invia una lettera dal tuo datore di lavoro e le ultime tre buste paga.
  • Una lettera della tua azienda che specifica i motivi del tuo viaggio e il tuo ruolo nella compagnia.

Prepara il tuo colloquio

Il giorno del colloquio, presentati con tutti i documenti preparati per l’occasione e preparati a rispondere alle domande dell’intervistatore. Le domande che verranno poste riguarderanno il tuo background personale e professionale, i motivi della tua visita, quali affari hai intenzione di fare negli Stati Uniti e se intendi tornare in seguito. Pianifica di presentare una versione dettagliata di ciò che intendi fare negli Stati Uniti.


Qual è il tempo di elaborazione del visto B1?

Le scadenze per l’ottenimento dei visti non sono molto precise, il trattamento del visto può richiedere alcune settimane o anche alcuni mesi. Il tempo di attesa dipenderà dal carico di lavoro dell’ambasciata americana a cui sei collegato, ma anche da altri fattori da tenere in considerazione. Trascorso il tempo di elaborazione, riceverai una notifica che indica se hai ottenuto o meno il tuo visto B1.


Quali sono i limiti del visto B1?

Alcune attività non sono consentite per il titolare di un visto B1 presente sul territorio americano, di seguito l’elenco delle principali attività non autorizzate:

  • Diventa uno studente a tempo pieno o part-time
  • Eseguire un vantaggio e ricevere pagamenti;
  • Lavoro nella stampa o nel giornalismo;
  • Impegnarsi in qualsiasi forma di lavoro
  • Impegnarsi come membro dell’equipaggio su una barca o un aereo;
  • Cerca di ottenere una residenza permanente negli Stati Uniti.

Qual è il periodo di validità del visto B1?

Il periodo di validità di base per il quale si ottiene il visto B1 è di sei mesi. L’Ambasciata degli Stati Uniti presuppone che in sei mesi sarai in grado di svolgere tutte le attività che hai negli Stati Uniti. Il periodo di sei mesi è anche sufficiente per consentirti di visitare qualsiasi luogo negli Stati Uniti.


Estensione del visto B1

Dopo un massimo di sei mesi, dovrai tornare nel tuo paese di origine senza considerare un momento per rimanere negli Stati Uniti oltre la data di scadenza del visto. Tuttavia, se desideri rinnovare il tuo visto B1, puoi preparare il tuo fascicolo con il tuo datore di lavoro su questo argomento. Devi dimostrare di non essere stato in grado di completare tutte le missioni pianificate con il visto B1 inizialmente ottenuto. È inoltre necessario preparare lettere di attestazione del proprio datore di lavoro che indichino che il soggiorno negli Stati Uniti è essenziale per l’attività dell’azienda. Tuttavia, tieni presente che non ti è permesso lavorare e ricevere uno stipendio da una società americana. Infine, dovrai anche provare di nuovo la tua stabilità finanziaria e disporre di fondi sufficienti per rimanere negli Stati Uniti.


Posso ottenere una carta verde con un visto B1?

Per poter ottenere il visto B1, devi dimostrare che tornerai nel tuo paese di origine. Ciò significa che non puoi viaggiare con il tuo visto B1 e prendere in considerazione la permanenza negli Stati Uniti in modo permanente. Dato che dovrai dimostrare la tua intenzione di tornare nel tuo paese durante il colloquio, sarà molto difficile ottenere una carta verde USA con un visto B1.

Per ottenere una carta di soggiorno permanente con un visto B1, è necessario:

  • Avere famiglia negli Stati Uniti e chiedere di unirsi a loro;
  • Sposare un cittadino americano con un matrimonio valido e quindi richiedere la residenza permanente;
  • Trova un lavoro negli Stati Uniti in cui il datore di lavoro è disposto a sponsorizzare il tuo visto, come il visto H-1B, e quindi richiedi una carta verde.

Tuttavia, poiché il visto B1 è un visto per turismo d’affari, se trovi un lavoro negli Stati Uniti, non sarai in grado di lavorare per l’azienda nel tuo paese di origine. Ciò significa che dovrai passare attraverso complicate procedure per modificare lo stato del tuo soggiorno e dimostrare che non hai intenzione di trovare un lavoro negli Stati Uniti, ma che ti è stata offerta un’opportunità inaspettata.


Posso portare persone a carico con un visto B1?

Sfortunatamente, poiché il visto B1 è un visto temporaneo individuale, non esiste un visto per persone a carico. Ciò significa che il coniuge, i figli o altri membri della famiglia non possono unirsi a te negli Stati Uniti se sei l’unico con un visto B1. Per poter unirsi a te, devono richiedere il visto B-2 per soggiorni turistici. Con questo visto turistico, rimarranno con te per sei mesi, quindi, se necessario, chiederanno eventuali proroghe fino a un anno.

L’ottenimento di un visto per uno o più membri della tua famiglia non sarà collegato al fatto che hai ottenuto un visto B1. Ogni richiesta sarà considerata individualmente e trattata come tale. Ogni domanda di visto richiede una prova della capacità finanziaria e dell’intenzione di effettuare un soggiorno limitato prima di tornare alla casa originale.