L’ESTA garantisce l’ingresso negli Stati Uniti?

Viaggiare negli Stati Uniti non è semplice come viaggiare in un altro paese dell’Unione europea. Infatti, la dogana tra gli Stati Uniti e il resto del mondo è molto severa. Esiste però uno strumento per facilitare l’accesso al territorio americano: l’ESTA. Come si può ottenere e cosa significa che garantisce un’autorizzazione sistematica? Per sapere cosa consente l’ESTA, cliccare qui.

Autorizzazione ESTA: spiegazioni

L’ESTA, o autorizzazione ESTA, è un componente del Programma di esenzione dall’obbligo del visto. I paesi aderenti a tale intesa, tra cui l’Italia, possono presentare domanda per i loro cittadini. Prima di poter fare richiesta, è necessario assicurarsi di soddisfare le seguenti condizioni:

Al momento del rilascio dell’ESTA, si avranno quindi 2 anni per viaggiare negli Stati Uniti, corrispondenti al periodo di validità del documento o, fino alla scadenza del passaporto attualmente in uso. Potrà quindi viaggiare e presentarsi alle frontiere del paese, ma l’autorizzazione finale all’ingresso non è garantita.

ESTA: ammissione garantita?

Occorre distinguere tra l’autorizzazione a presentarsi alla frontiera e il permesso di entrare nel territorio degli Stati Uniti. L’autorizzazione ESTA non garantisce l’ingresso, ma solo l’autorizzazione a recarsi nel paese. Solo una domanda di visto assicura che si possa entrare senza il rischio di essere rifiutati dai funzionari doganali. Tuttavia questa procedura è molto più lunga e costosa di un’autorizzazione ESTA.

Non c’è di che preoccuparsi però! Il numero di convalide ESTA è elevato, così come l’accettazione all’attraversamento delle frontiere. I funzionari della dogana le porranno alcune domande, alle quali ha già risposto compilando il modulo. Quindi, se è stato sincero, non c’è motivo per essere respinti.

Ulteriori informazioni relative all’argomento: